• Home
  • La pulizia dei denti fai da te.

La pulizia dei denti fai da te.

La pulizia dei denti fai da te è un’azione fondamentale per la cura e l’igiene del cavo orale, e il motivo principale per non andare dal dentista.

pulizia dei denti2

Perchè pulirsi i denti:

Si è proprio così, se avete paura e non volete spendere i soldi dal dentista la prima cosa da fare è una buona pulizia dei denti quotidiana, tale azione previene la formazione di tartaro e carie mantenendo la bocca pulita dai residui di cibo ingeriti durante la giornata, è infatti da evitare il deposito di placca batterica e tartaro sullo smalto dentale, che oltre alle malattie che conosciamo, provoca anche problemi gengivali come infiammazioni e arrossamenti. Una sensazione di freschezza e di pulito quindi oltre ad una cura del nostro cavo orale eviteranno di sentire il rumore del fastidioso trapano, mantenendo la nostra bocca pulita e i denti bianchi, ma vediamo come.

Quale spazzolino utilizzare:

Con i moderni studi, rispetto ad anni fà, pensate che lo spazzolino è nato nel 1938, ora abbiamo la possibilità di essere agevolati per una buona pulizia dei denti, infatti ci sono in commercio diversi strumenti utili, dal classico spazzolino elettrico, molto utilizzato e anche molto utile, allo strumento che con getto d’acqua a pressione simula lo strumento del dentista pulendo fino alle parti più difficili e nascoste. Lo spazzolino classico può andare bene ma deve essere accompagnato da un utilizzo altrettanto miticoloso, mentre con lo spazzolino elettrico, con il suo movimento circolatorio e oscillatorio riusciamo a pulire meglio e più velocemente, mantenendo la bocca più pulita. Il consiglio è quello di non usare mai tranne ove specificato dal vostro dentista, spazzolini con setole troppo rigide, la parte da rimuovere è di consistenza molle e quindi per l’asportazione basta una setola media, talvolta se avete le gengive sensibili potete utilizzare anche la setola delicata, ricordatevi di cambiare il vostro strumento ogni tre mesi, oppure quando vedete che le setole iniziano a rovinarsi, dopo l’utilizzo quotidiano, si consiglia di lasciarlo asciugare all’aria aperta e con la testina verso l’alto, non mettetelo mai al chiuso altrimenti il fatto di rimanere umido aumeterà la proliferazione dei batteri. Mettete il dentifricio fino all’interno delle setole per un rilascio prolungato durante la pulizia e non solamente sopra sulla parte esterna dove si consumerà prima di arrivare alla fine della Vostra dentatura.

Come si puliscono i denti:

come pulirsi i denti Ormai tutti sanno che la pulizia dei denti quotidiana andrebbe fatta due o tre volte al giorno, dopo i pasti principali, ma forse in pochi sanno come si puliscono i denti. Innani tutto spesso vediamo dentature bicolore dove la parte davanti è bianca mentre quella più interna tende al giallo, questo perchè ci si ostina a pulire solo le parti visibili trascurando le altre, questa purtroppo è una pratica sbagliata perchè oltre a non essere bella esteticamente, non previene la formazione di impurità. La pulizia dei denti deve avvenire come detto dopo i pasti principali, quindi indicativamente tre volte al giorno, basterebbero anche due ma fatte bene, per una corretta pulizia dovrete utilizzare un movimento verso l’esterno ossia partendo dalla gengiva verso il dente, questo favorirà la fuoriuscita dal cavo orale della sporcizia, pulendo accuratamente ogni dente, partendo da quelli davanti fino ad arrivare ai denti più interni, per la pulizia interna idem partire dalla gengiva al dente. Abbinare l’utilizzo del filo interdentale è allo stesso modo importante perchè andrà ad eliminare le impurità interprossimali che lo spazzolino non riuscirà a rimuovere, buona norma dice che tale utilizzo va fatto prima dell’uso dello spazzolino per rimuovere in seguiro la placca asportata. filo interdentale Per un corretto uso del filo interdentale  va avvicinato ad un dente e una volta avvolto sulle dita fatto sfilare tipo lima a formare la forma di una lettera c, facendolo arrivare dal fondo del dente fino alla parte superiore dove i due denti si staccano, utilizzare la giusta sistematicità nei movimenti vi farà fare un lavoro ottimale ogni volta. Per finire possiamo sciacquare la bocca con un buon colluttorio in modo da pulire anche la nostra lingua e andare a migliorare la pulizia, ricordiamo inoltre l’utilizzo di dentifrici con Triclosan, Copolimero e fluoro, studi scientifici hanno dimostrato che l’utilizzo di questi componenti riducono le formazioni di placca e gengiviti. Non scordatevi mai ogni 6 mesi di fare una visita di controllo dal vostro dentista di fiducia e ricordatevi che prevenire è meglio che curare, soprattutto con i denti.

Contattaci subito e prenota una visita di controllo

 

    Next Opening Spoleto